Ricette al tartufo: ricette profumate per menù importanti

Le ricette al tartufo sono tra le ricette più amate per le feste di Capodanno, ma non solo. Il tartufo, infatti, bianco o nero che sia, oggi si cerca in quasi tutte le stagioni del’anno. Si cerca anche di coltivarlo, mettendo a dimora piante che ne favoriscano lo sviluppo.

Alcuni territori italiani sono particolarmente vocati al tartufo, di cui esistono numerose varietà. Al tartufo sono dedicate numerose feste e sagre.

In cucina il tartufo è un’alleato prezioso. In linea di massima il tartufo bianco, dal profumo molto volatile e raffinato, si usa a crudo, aggiungendolo a lamelle sui piatti, in particolare di carne, uova ma anche su pasta e polenta.

tartufo nero regiatoIl tartufo nero invece regge meglio la cottura e si presta alle preparazioni più complesse, come i ripieni o le farciture, le salse, i brasati

Per pulire i prezisi tartufi si può usare uno spazzolino. Se necessario con un pelapatate o un coltellino si può togliere la parte esterna, usandola poi per altre preparazioni cotte: il tartufo è troppo prezioso e profumato per sprecarne anche solo una piccola parte.

Il tartufo ha un profuno importante e spesso per farlo risaltare viene abbinato a sapori non troppo importanti a loro volta.

Piatto semplice ma sopraffino l’uovo al tegamino con lamelle di tartufo. Il tartufo infatti si sposa molto bene con l’uovo e l’abbinamento con l’uovo al tegamino è giustamente famoso.

Tra le ricette al tartufo impossibile non menzionare i primi piatti e generalmente si accompagna alla pasta all’uovo, come le tagliatelle emiliane all’uovo o i maccheroncuni di Campofilone, tagliolini sottili,sempre all’uovo, marchigiani. La pasta prescelta si salta con il burro e poi si cosparge di lamelle di tartufo. Per un primo paitto saporito servono almeno 8-10 grammi di tartufo a porzione. ll tartufo si sposa molto bene anche con le patate e sta benissimo con gli gnocchi di patate.

Altro abbinamento classico è con la frittata, preparata con uovo, sale pepe e volendo un pò di formaggio, preferibilmente fresco e dal sapore delicato. Il tartufo va aggiunto a crudo sulla frittata, ancora calda favorendo così lo sprigionarsi dei profumi. Servono circa 5 grammi di tartufo a porzione. Si può aggiungere una spolverata di pepe rosa.

Tra le ricette al tartufo classiche è da menzionare lo sformatino di polenta, insaporito con salsa al tartufo. La polenta una volta cotta si mette in stampini nomoporzione, oppure si taglia a fette, e si ripassa al forno: Si serve con salsa di tartufo tritato e appena passato nel burro fuso. Per questa salsa si puoò usare anche l tartufo bianco, avendo cura di non cuocere troppo la salsa.

tartufo uncinatoIl tartufo si accompagna bene alle carni bianche e può essere aggiunto alla farcitura degli arrosti per renderli più profumati e saporiti.

Molto golosa e particolarmente ricca è la fonduta di formaggio al tartufo. Si prepara ammorbidendo la fontina nel latte (200 ml di latte ogni 160 gr di fontina) poi sciogliendo il tutto con poco burro fuso. Si aggiungono poi i tuorli d’uovo, (due tuorli d’uovo ogni 160 gr di fontina), sempre mescolando. Infine si versa la fonduta nelle fondine in cui verrà servita, ricoperta di scaglie di tartufo.

Tra le ricette al tartufo gli arrosti, che farciti con questo prezioso ingrediente diventano molto saporiti.

Con il tartufo si può aromatizzare l’olio d’oliva, che è da provare sulla pizza calda.

Per preparare un’ottima salsa basta unire il tartufo grattugiato all’olio d’oliva dopo aver scaldato l’olio con uno spicchio d’aglio.

Unenedo il tartufo grattugiato al burro si ottiene una crema con cui insaporire carni e pesci, squisita ad esempio per accompagnare le cappesante.

Anche unendo il tartufo grattugito al pesto di olio e mandorle si ottiene una salsina squisita.

Il tartufo italiano è ricercato e viene spedito in tutto il mondo. La quotazione del tartufo è fissata da una borsa del tartufo e può variare anche in pochi giorni.

foto credits

Leave a Comment

*