Latte di mandorla Condorelli, bianca poesia

mandorlo in fioreNell’Italia dei prodotti tipici, regione che vai delizia che trovi…ma che succede se desideriamo un prodotto che sia 100% vegetale, senza glutine e senza lattosio? senza colesterolo?…. e se ve ne fosse qualcuno tra i nostri prodotti tipici potrà mai essere davvero una cosa buona?

L’Italia mediterranea è la terra dei mandorli e basta assaggiare il latte di mandorla siciliana per trovare una risposta affermativa  a tutte queste domande perchè è squisito e fa bene.

Il latte di Mandorla della Sicilia

Nella mediterranea isola di Sicilia, il latte di mandorla, ottenuto dalle mandorle selezionate del territorio, è il prodotti tipico che per eccellenza rinfresca e soddisfa i palati più esigenti.

Il latte di mandorla è uno dei prodotti ricompresi nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali. Si può gustare da solo, ma lo si può anche utilizzare per preparare una deliziosa granita siciliana, oppure rappresenta un ottimo ingrediente per preparare gustosi frullati di frutta.

Se parliamo di granita, sia che la ricetta della granita sia anticamente arrivata dalla Cina o dal Mediterraneo, sia che nasca invece direttamente dalle nevi dell’Etna, quello che conta è che la granita oggi per noi è per definizione siciliana, e in Sicilia si mangia a colazione…magari con una briosche con il “tuppo”.

Ma il latte di mandorla non si usa solo per preparare ottime granite.  Se prepariamo una merenda con un semplice frullato di banana, ottenuto con latte di mandorla e una spolverata di cacao, avremo una delizia alla quale neanche il nutrizionista troverà da eccepire. In più ottima anche per gli intolleranti al lattosio

Il latte di mandorla si può utilizzare anche per preparare cocktail raffinati come quelli del Ricettario Condorelli. Il ricettario, relatomi da Salvatore Nicoloso, contiene alcune ricette di cocktail che si possono preparare utiizzando il latte di mandorla.

L’azienda di Catania è famosa per le sue ricette che mantengono inalterata la tradizione locale delle preparazioni siciliane e dei dolci tipici dell’isola. Propone un latte di mandorle che contiene una percentuale di mandorle all’11%. Si tratta di una delle percentuali più alte fra quelle sul mercato. Per chi invece desidera cimentarsi nella preparazione del latte di mandorle in casa ecco le fasi  elencate nel  blog di Martina

granita al latte di mandorla
Granita al latte di mandorla siciliana e briosche col tuppo

Per chi trovasse troppo dolce la ricetta classica del suo latte di mandorla, Condorelli ha realizzato anche una versione light, che consente di scendere dalle 90 calorie classiche a 45 ogni 100 ml.

Ne propone anche una ulteriore ricetta, legata alla produzione di pistacchio DOP della vicina Bronte, da cui è nato un latte di mandorla e pistacchio.

L’azienda di Condorelli, che ha dato il nome ai classici torroncini siciliani, nacque all’inizio del 900 a Belpasso, vicino Catania, con il nome di Industria Dolciaria Belpasso, ma è ricordata col nome del Cavalier Condorelli che ne fu il fondatore.

Così racconta la storia dell’azienda Giuseppe Condorelli, il figlio, oggi amministratore delegato: “Mio padre nel 1933 fondò una piccola pasticceria in paese grazie all’aiuto di mia nonna e delle mie zie, ci lavoravano giusto 4 persone e si facevano dolci siciliani”.

L’azienda divenne famosa grazie all’ideazione di un prodotto all’epoca rivoluzionario: il torroncino morbido monodose. Da scartare come caramelle giganti e variopinte, i torroncini ripropongono la ricetta classica del tradizionale torrone siciliano in porzioni tascabili.

Torroncini siciliani Condorelli
Torroncini siciliani Condorelli

L’idea si rivela vincente e Condorelli dalla fine degli anni ‘60 abbandona la dimensione artigianale per trasformarsi in una realtà industriale.

Oggi l’azienda è uno dei simboli dei prodotti tipici siciliani legati alle ricette tradizionali della pasticceria siciliana e all’uso delle materie prime dell’eccellenza del territorio siciliano: le mandorle e i pistacchi.

Grazie anche all’alta qualità artigianale dei prodotti, l’azienda conquista il mercato italiano e si appresta adesso a conquistare il resto del mondo, che costituisce attualmente il 10% del fatturato complessivo di 20 milioni di euro.

Il progetto di portare le tipiche caffetterie siciliane anche fuori dal territorio della Trinacria parte dall’ apertura di un punto vendita in centro a Milano – il primo di una futura rete nazionale, anche in franchising – che si propone come boutique artigianale di pasticceria, caffetteria, cioccolateria e gelateria, all’insegna dei segreti dell’inimitabile e squisita pasticceria siciliana

La mandorla siciliana e il pistacchio di Bronte

Tutta la produzione di Condorelli ruota attorno ai dolci tipici della tradizione siciliana e ai prodotti tipici del territorio in cui ha sede.

bronte, belpasso avola agrigento
La Sicilia delle Mandorle e dei Pistacchi DOP

Belpasso è infatti una cittadina ai piedi dell’Etna, situata in un territorio ricco di eccellenze, molte delle quali hanno ottenuto il riconoscimento Dop e Igp.

La mandorla cresce in modo spontaneo  nei paesi in cui è presente un clima caldo, tipico del bacino del Mediterraneo, come la Sicilia, la Sardegna, l’Italia Meridionale, la Spagna la Grecia e il Sud della Francia. Fino agli anni sessata la Sicilia era la prima regione produttrice di mandorle del mondo.

Nell’isola Agrigento è la provincia in cui è maggiormente diffusa la coltivazione di mandorle. Proprio ad Agrigento, dal 12 al 6 marzo, si festeggia la sagra della mandorla in fiore, che celebra la primavera, con la fioritura dei meravigliosi mandorli siciliani.

La mandorlicoltura siciliana è condotta con metodi tradizionali e si coltivano varietà tradizionali ed ecotipi locali che sono frutto di incroci e selezioni spesso condotti dagli stessi agricoltori. Alla fine dell’800 nel manuale della coltivazione del mandorlo in Sicilia il Bianca (Botanico Siciliano, Avola 1801-1883) individuò circa settecentocinquantadue varietà impiantate nelle diverse zone dell’isola, ciascuna con caratteristiche differenti-

Territorio famoso per la coltivazione del mandorlo è anche il territorio di Avola, a Sud di Siracusa e non lontano da Noto, per le cui cultivar è stata richiesta la Denominazione di Origine Protetta.
220px-Pistacchio_di_Bronte_in_maturazione

Oltre al torrone con mandorla e pistacchio e ricoperto di cioccolata, che l’ha resa famosa, sono numerosi i prodotti dell’Industria Dolciaria Belpasso riferiti alla tradizione dolciaria siciliana e agli ingredienti tipici del territorio, quali appunto le mandorle siciliane e i famossimi pistacchi di Bronte.

I pistacchi siciliani – varietà a denominazione di origine protetta DOP, oltre che Presidio Slow Food – crescono nei terreni alle pendici dell’Etna.

L’oro verde della Sicilia, i pistacchi di Bronte – cresciuti nei terreni lavici della Sicilia ai piedi dell’Etna sono infatti una squisita e giustamente famosa eccellenza del territorio. Ed è con questa DOP della vicina Bronte che Condorelli confeziona gli Etnei,  i pasticcini dall’intenso sapore di pistacchio che si ispirano alla tradizione pasticcera locale

Leave a Comment

*