Il valore esperienziale dell’italian lifestyle

Non solo un diverso modo di proporre  e rendere fruibile il cibo ma anche un nuovo modo di raccontare e rendere fruibile l’experience in generale e dell’italian lifestyle in particolare.

Questi sono i concetti anche al centro della piattaforma pensata  da Etalianlife (sito web ww.etalianlife.com). Nasce dall’idea di Riccardo Sorbara, founder  che coinvolge presto nel suo progetto  Paolo, poi  Francois, laureato in marketing alla Luiss, Alessandro  e  infine Gianluca, architetto, che si innamora tanto del progetto da abbandonare il lavoro a Francoforte,  per occuparsi di “ experience” cioè di intercettare e  selezionare nuove esperienze che esprimano il concetto di italianità e da suggerire ai turisti del Belpaese.

quadrilatero del cibo di bologna

Dalla ricerca di esperienze da sottoporre ai turisti, il modello di business si evolve a marketplace dove i provider di percorsi turistici possono caricare i loro prodotti, purchè questi rispettino la caratteristica di rappresentare lo spirito e il gusto dell’italianità alla base della proposta di Etalianlife.

La ricerca dell’italian lifestyle

Per Riccardo il turista target è un turista che ha viaggiato molto – generalmente nordamericano o nord europeo- che non vuole solo vedere i monumenti, che già conosce, ma soprattutto vivere un’esperienza di vita autenticamente italiana.

Per finanziare le proprie attività il neonato team ha fatto ricorso ai fondi di Garanzia Giovani e non ad incubatori e fondi di venture capital , almeno in questa fase iniziale, scommettendo proprio sull’entusiamo del team stesso.

etalianlifestyle screen shot

Comunicano la loro offerta non solo attraverso i numerosi canali digitali propri delle start up ma anche attraverso agenzi e di viaggi e strutture turistiche classiche. A parere di Riccardo oggi il turismo in Italia è fermo ad anni fa e molto si può fare per innovare l’offerta di servizi . Roma stessa non offre servizi  adeguati a fianco della sua bellezza architettonica legata alla propria storia passata, tanto che persino Londra è molto più attenta nel fornire servizi attuali ai suoi visitatori di quanto non si faccia a Roma

bologna-quadrilatero-590x230

L’esperienza che si propone al turista è quella delle attività tipiche di leisure ed entertainment ma anche semplicemente quotidiane, che coinvolgano i turisti nella vita propria delle città principali, tra cui Roma, Milano, Firenze, Napoli. Focalizzarsi sulla qualità del servizio e sull’integrazione delle offerte- dice Riccardo nella sua intervista su Lacerba.io – e gestire l’interfaccia consumatore finale e provider di servizi turistici in un’ottica di share economy consente anche la promozione degli esercizi partecipanti al processo.

La passione, il team e… l’amore per la cucina

Per Riccardo requisiti fondamentali per il successo sono la passione e l’entusiasmo di uno startupper, che portano a superare il peso delle ore di lavoro, ma in combinazione con un solido spirito aziendale orientato alla crescita e allo sviluppo. Molto importante sono il team e la sua coesione. Oggi premia solo l’eccellenza e questo trend verso l’eccellenza è destinato a diventare una costante.

etalian lifestyle screen shot

Tra i percorsi offerti da Etalianlife non mancano le strade attraverso i mercati tipici delle più belle città italiane, come ad esempio il ricco e secolare Quadrilatero del cibo a Bologna, o i  corsi di cucina dove imparare come cucinare i piatti tipici della tradizione italiana. E non manca neppure il classico scivolone sugli “spaghetti alla bolognese”, piatto notoriamente non appartenente alla cultura italiana,  ma tanto caro e purtroppo ormai radicato nell’immaginario dei turisti stranieri, come dimostrano oggi anche tutti i menu dei ristoranti veneziani nei dintorni di Piazza San Marco.

Leave a Comment

*