venerdì, Agosto 6, 2021
HomeFood Start UpMyFoody: la rete contro lo spreco

MyFoody: la rete contro lo spreco

MyFoody: la rete contro lo spreco

Inserita tra le 5 migliori Food Start Up italiane e tra le 100 migliori Start Up italiane del 2015 da StartupItalia oggi vi presentiamo MyFoody. L’idea alla base del progetto è frutto della mente di Francesco Giberti. Il giovane nel 2012 si trovava in Belgio per motivi di studio, a seguito dell’acquisto di un pacchetto di biscotti biologici vicino alla data di scadenza inizia a riflettere sulla sconvenienza di averlo pagato a prezzo pieno. Da questo banale episodio nasce l’idea di rivoluzionare i sistemi di organizzazione e gestione dei prodotti alimentari a rischio spreco nelle catene della grande distribuzione. Nei 3 anni successivi il team prende a tutti gli effetti forma e finalmente nell’anno 2015,  MyFoody viene lanciato in fase Beta a MIlano  (12 sono i punti vendita coinvolti). Possiamo descrive questa Star Up definendola come un software che permette: da un parte ai negozi e supermercati di “caricare” on line i propri prodotti a rischio spreco, agli utenti invece di visualizzare le offerte presenti intorno a sé e acquistare i prodotti di proprio interesse a prezzi ridotti. Scopriamola nel dettaglio:

La scheda personale di MyFoody:

MyFoody


Sito web
: www.myfoody.it

Presenti su:  Facebook come: “MyFoody”

Instagram e Twitter come: “myfoody_”

Cosa offre: è una piattaforma e-commerce che nasce per contrastare lo spreco alimentare. Sul sito MyFoody le imprese della distribuzione e della produzione alimentare possono vendere in tempo reale i propri prodotti in scadenza, difettati o in eccesso. Il cliente invece può visualizzare le offerte a lui più vicine e acquistare i prodotti con notevole risparmio di tempo e denaro.

Come funziona: s’inizia inserendo il luogo in cui ci si trova per visualizzare i prodotti disponibili vicino all’area digitata. Una volta fatto ciò, è possibile visualizzare e prenotare i prodotti in vendita nei negozi e supermercati a noi vicini. Ultimata la prenotazione, si riceverà una e-mail di conferma con un codice che dovrà essere mostrato al personale una volta recati al punto vendita per pagare e ritirare la spesa. Il pagamento e il ritiro della spesa avviene negli orari indicati dall’utente durante la prenotazione, direttamente nel punto vendita.

MyFoody: la rete contro lo spreco

Particolarità:

  • I prodotti prenotabili tramite MyFoody sono scontati almeno del 10% rispetto al prezzo originale applicato dal punto vendita. Il prezzo originale e lo sconto sono sempre chiaramente indicati in corrispondenza dei prodotti visualizzati.
  • I prodotti presenti possono essere vicini alla scadenza, o avere qualche piccolo difetto estetico di confezionamento o ancora prodotti in eccesso.
  • Parte di quanto risparmiato con una spesa MyFoody, può essere utilizzato per finanziare alcuni progetti non profit impegnati nel recupero delle eccedenze alimentari o nel favorire l’accesso al cibo a persone in difficoltà.
Carol Pamela
Carol Polanco, ama il mondo della pubblicità e del marketing in generale ed è laureanda del corso di Laurea Magistrale in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazione dell’Università di Urbino. Tra i suoi interessi ci sono la fotografia, la lettura e in modo particolare il mondo delle serie tv. Sempre attenta alle ultime tendenze e novità televisive, segue fin già dalle prime edizioni il famoso programma culinario “Master Chef”. Il settore della cucina la affascina molto perché le permette di esprimere la propria curiosità e voglia di scoprire. Per quanto riguarda i suoi gusti in cucina si autodefinisce una sperimentatrice per eccellenza anche se ammette che la maggioranza dei suoi piatti preferiti sono a base di carboidrati in tutte le loro declinazioni.
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Most Popular

Recent Comments