Enoturismo delle Marche: dalla vigna alla tavola

al via la nuova edizione di "Enoturismo delle Marche: dalla vigna alla tavola´ con un nuovo portale dedicato

0
2683
³Enoturismo delle Marche: dalla vigna alla tavola´

Anche quest’anno riparte il progetto, che vede al centro la proposta di degustazioni dei vini delle cantine marchigiane e dei prodotti tipici del territorio, promosso e sostenuto dalla regione Marche e dagli operatori del territorio.

Il progetto, alla sua seconda edizione lancia quest’anno anche il nuovo marchio Marche&Wine legato all’enoturismo regionale ed un nuovissimo portale dedicato al calendario e ai menù delle circa 200 degustazioni fra cui si potrà scegliere nei prossimi mesi. 

Per chi si propone di trascorrere un week end alla scoperta delle bellezze delle Marche è un’occasione imperdibile.  

Le Marche si sono scoperte da qualche anno una metà turistica di tutto relax, fra colline incredibilmente verdi, dai morbidi e dolci pendii, ricoperti da vigneti ed uliveti e si è definitivamente confermato che questa Regione non ha nulla da invidiare a mete turistiche fino ad oggi più rinomate.

Sullo sfondo dei suoi percorsi si può ammirare spesso il mare: sono infatti proprio nelle Marche i paesaggi più  belli del medio Adriatico, tra il monte San Bartolo, il Monte Conero e le numerose colline affacciate sull’azzurro delle sue province più a sud. 

E non mancano i laghi e i boschi, dai molteplici colori al cambiare della vegetazione e dell’altitudine, che si arricchiscono di sfumature al variare delle stagioni. Per non parlare delle famosissime Grotte di Frasassi, un unicum, e dei numerosi monasteri, tutti da scoprire.

Si tratta di un territorio ancora relativamente poco conosciuto, e talvolta persino ai suoi stessi abitanti. Cosi, parlando ad esempio di gastronomia, nella valle del Metauro non tutti conoscono il Ciauscolo e a Macerata non tutti conoscono i Paccasassi.

Finora regno dell’artigianato – dal mobile fino alla creazione di abbigliamento e calzature – che ha dato vita a distretti famosi, nelle Marche è possibile visitare gli spacci aziendali di firme rinomate, dove acquistare prodotti di altissima qualità.

Le Marche hanno solo da qualche anno dato spazio alla loro vocazione turistica. Scontrosi e poco avezzi agli “stranieri” fino a qualche anno fa, i marchigiani hanno recentemente abbandonato la loro abituale ritrosia e si sono aperti maggiormente al confronto con il turismo, che qui può ancora avere l’occasione di scoprire angoli magici e autentici.

Al primo posto tra i percorsi  turistici della Regione le strade del vino – uno dei principali prodotti delle sue colline. Si tratta di percorsi che guidano alla scoperta dei vitigni autoctoni e delle zone a loro vocate, e ad una miriade di produttori, anche molto diversi tra loro, attraversando le cinque province di questa bella Regione.

Queste le Strade del Vino delle Marche, percorsi esperienziali che qui a differenza di altre Regioni non hanno ancora avviato il cammino per il riconoscimento dalla Commissione Europea.

Strada Del Vino Doc Lacrima Di Morro D’alba.

Strada Del Vino Rosso Piceno Superiore.

Strada Del Vino Doc Verdicchio Dei Castelli Di Jesi.

Strada Del Vino Serrapetrona.

Strada Del Vino Verdicchio Di Matelica.

Strada Del Vino Rosso Conero.

Altri dettagli si possono trovare su questa pagina del tour operator il Ponticello che propone trekking alla scoperta delle bellezze e del gusto del territorio marchigiano

In occasione del nuovo lancio del progetto regionale di sostegno alla promozione del turismo enogastronomico – denominato “Enoturismo delle Marche: dalla vigna alla tavola´- si potranno da qui a qualche settimana trovare sul portale regionale dedicato le degustazioni proposte dagli operatori: cene e pranzi nel territorio, con la possibilità di assaggiare in ciascuno di essi i prodotti di tre diverse cantine locali, o di tre diversi birrifici artigianali, abbinati ai prodotti tipici della Regione.

Saranno inoltre proposti alcuni pernotti agevolati e la guida ai percorsi turistici e culturali nonchè alle visite in cantina. Per informazioni più dettagliate e prenotazioni è possibile rivolgersi ai diversi gruppi che attuano il progetto, tra cui Presscom cell 3358146473

Attraverso il progetto “Enoturismo delle Marche: dalla vigna alla tavola´ e l’ impegno nella promozione del territorio, emerge in primo piano ancora una volta anche l’importanza di vedere il territorio stesso e le attività che vi si svolgono, come un sistema strettamente integrato, un’esperienza complessiva e come tale da vivere e scoprire ma al tempo stesso da rispettare e tutelare. Con uno sguardo rivolto al futuro.

Il nuovo logo sull’Enoturismo della regione Marche

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.