Finocchiona IGP e Gorgonzola DOP: buono il secondo semestre2015

All’indomani dell’accordo del ministro Martina con la grande distribuzione, che si impegna a riservare nei punti vendita isole commerciali destinate ai prodotti tipi italiani,  i prodotti tipici italiani segnano trend positivi di mercato: diffusi i dati delle produzione di Finocchiona IgP e di Gorgonzola Dop nel secondo semestre2015

In un comunicato stampa del Consorzio di tutela della FinocFette-finocchionachiona, salume che ha ottenuto il riconoscimento Igp lo scorso aprile, si legge la soddisfazione per la produzione che ha superato le aspettative.

Secondo il comunicato diffuso oggi  si registrano  “oltre 254mila chilogrammi di Finocchiona IGP prodotta, per una stima di valore alla produzione di oltre 2milioni di euro e di quasi 3milioni e 400mila euro al consumo. Sono questi i numeri che fotografano la produzione dello storico salume toscano in provincia di Siena nel secondo semestre 2015. Un semestre importante perché caratterizzato dalla “spinta” legata al riconoscimento dell’IGP, avvenuto lo scorso aprile. A livello complessivo la produzione di Finocchiona IGP è stata di oltre 679mila chilogrammi per una stima di valore alla produzione pari a circa 5milioni e 400mila euro e di 9 milioni di euro al consumo. Arezzo, con oltre 281 mila chilogrammi, è la provincia dove si è prodotta più Finocchiona IGP, seguita da Siena, e Firenze, 105mila Kg.”

Il profumato salume toscano dunque ha registrato un successo di pubblico. Questo nonostante gli allarmi diffusi recentemente dall’Oms sui salumi e sulle carni trattate.

Positivi anche i risultati registrati e diffusi dal consorzio di tutela del  Gongonzola DOP . La produzione del formaggio Gorgonzola DOP nel 2015 si attesta su 4.501.237 forme prodotte nel territorio consortile, 57.699 forme in più rispetto allo scorso anno, in continua crescita dal 2012.

odore-gorgonzola-810x350Un trend positivo che si conferma da 4 anni e che pone il Gorgonzola DOP sul podio dei formaggi italiani a denominazione di origine protetta di latte vaccino più esportati nel mondo. Anche l’export è infatti molto soddisfacente; i dati, aggiornati a settembre 2015 registrano un +12,21% rispetto al 2014 per l’export globale, con 13.464 quintali di Gorgonzola esportati.In particolare il mercato americano è centrale per l’esportazione dei prodotti enogastronomici italiani se si considera che nei primi 8 mesi del 2015 le esportazioni in USA sono aumentate del 23,6% pari ad un valore di 2,34 miliardi di euro (dati Federalimentare). Di questi, ben 179 milioni sono costituiti dai formaggi italiani Dop che diventano così il terzo prodotto più richiesto negli Stati Uniti dopo il vino e l’olio e prima della pasta.

Su questo mercato si concentreranno le azioni programmate dal consorzio per il 2016 con l’obiettivo di diffondere, in partcicolare sui social network e sul web, notizie che confermino il valore delle ricette e dei contenuti dei prodotti DOP

fonte: consorzi di tutela della finocchiona IGP e del Gorgonzola DOP

 

Leave a Comment

*