Borgo della Canapa e filiera della canapa

Filiera della Canapa: organizzata a Monsano una festa per diffondere la reintroduzione della canapa e creare una filiera integrata

Fortemente radicata in italia tanto che agli inizi del Novecento eravamo tra i primi produttori mondiali, la canapa è oggi oggetto di un nuovo rinascimento. Lolio ricavato dai semi di canapa è oggetto di studi che ne indicano numerose proprietà salutari.

foto canapaSabato 19 marzo, giorno dell’equinozio di primavera, Monsano diventa capitale della canapa con degustazioni e incontri diretti con i produttori. Durante l’evento sarà possibile infatti partecipare a dibattiti e degustazioni di prodotti DECO a base di canapa legati alla tradizione del territorio

Nel piccolo comune della Vallesina la canapa ha un forte valore culturale e tradizionale. Nel 2015 sono stati dedicati a questa coltivazione della canapa oltre 10 ettari di terreni.

“L’idea – spiega Fabio Iencenella, presidente dell’Associazione Borgo della Canapa – è quella di riunire i coltivatori, i trasformatori e i commercianti per fare rete e puntare sui derivati dalla canapa prodotti in loco e provenienti da altre aziende artigiane, con la convinzione che possano dare un valore aggiunto anche dal punto di vista turistico. Un piccolo centro dove poter comprare alimenti, vestiti, tessuti, scarpe, carta, materiale per bioedilizia e tutto ciò che con la canapa stiamo producendo nel nostro Paese che possa dunque attrarre turisti e curiosi e dare stimolo a tutto il settore^

sindaco Monsano Roberto Campelli e a dx presidente il Borgo della Canapa Fabio Iencenella
Roberto Campelli – sindaco di Monsano – e a dx Fabio Iencenella – presidente del Borgo della Canapa

Agronomo, Fabio Iencenella, è fortemente coinvolto sui temi dello sviluppo del sistema territoriale. In un paese come l’Italia è di fondamentale importanza recuperare e sostenere il carattere distintivo e la storia dei territori, con il patrimonio di colture antiche e di tradizioni, anche attraverso lo sviluppo di filiere che consentano la tracciabilità dei prodotti e la loro tutela e valorizzazione. L’obiettivo è favorire lo sviluppo di un sistema territoriale che integri attori e valori del territorio stesso.

Filiera della Canapa: a Monsano registrate due DECO dedicate alla cultura della canapa

Fabio Iencenella ha seguito insieme ai Gre – Gruppi Ricerca Ecologica Marche – la registrazione di due DECO dedicate alla coltivazione e alla cultura della canapa.

Piadina DeCo alla Canapa di Monsano 1
le DECO alla canapa del comune di Monsano sono la piadina alla farina di canapa e il carciofo violetto e semi di canapa sott’olio

I prodotti oggetto delle DeCo alla Canapa di Monsano sono la Piadina alla Canapa di Monsano, che viene preparata con olio extravergine di oliva ricavato dalle coltivazioni di ulivo locali e -sempre legate alla produzione locale di canapa e di olio di oliva – il Carciofo Vallesino sottolio (carciofo violetto precoce di Jesi) alla Canapa di Monsano.

Questa varietà di carciofo, di piccole dimensioni e dalla struttura compatta, cresce nei territori della provincia di Ancona, e particolarmente nei comuni di Jesi, Monsano, San Marcello, Belvedere Ostrense, Morro d’Alba, San Paolo di Jesi, Monte San Vito. Si consuma fresco, al forno e come ingrediente dei piatti tradizionali o conservato sott’olio.

Qui il link al programma dell’evento che si terrà a Monsano

Leave a Comment

*