Olio di Sicilia IGP

Nuovo riconoscimento IGP per l’olio di Sicilia.

Dopo le DOP  Monte Etna, Monti Iblei, Val di Mazara, Valdimone, Valle del Belice e Valli Trapanesi è arrivato un ambito riconoscimento  per l’olio extravergine della Sicilia: è stata infatti accolta la domanda presentata alla Commissione europea dall’Italia per il riconoscimento dell’Indicazione geografica protetta (Igp) all’olio extravergine di oliva di Sicilia. Anche alla luce dei numerosi premi di settore conseguiti dalle imprese siciliane per la qualità del loro olio,  la Commissione europea ha riconosciuto le caratteristiche particolari dell’olio prodotto in Trinacria.

La limitata disponibilità di acqua e tutte quelle condizioni climatiche particolari che definiscono il carattere di insularità favoriscono la coltivazione di varietà che rendono l’olio particolare. Si identifica la costante presenza dei descrittori di amaro e piccante che consentono di inquadrare il profilo dell’olio prevalentemente nelle categorie intenso e medio e donano all’olio sentori di pomodoro verde, carciofo ed erba fresca.

Caratteristiche queste che fanno dell’olio uno degli elementi della fama e del sapore della cucina siciliana.

Per potersi fregiare del titolo di olio di Sicilia IGP le olive devono essere prodotte in Sicilia e appartenere alle varietà: Biancolilla, Cerasuola, Moresca, Nocellara del Belice, Nocellara Etnea, Ogliarola Messinese e Tonda Iblea e Aitana, Bottone di gallo, Brandofino, Calatina, Cavalieri, Crastu, Erbano, Giarraffa, Lumiaru, Marmorigna, Minuta, Nasitana, Nerba, Nocellara messinese, Olivo di Mandanici, Piricuddara, Santagatese, Vaddarica, Verdello, Verdese, Zaituna e loro sinonimi, presenti negli oliveti da sole o congiuntamente per almeno il 95%.

Furono i Greci ad introdurre l’olivicoltura in Sicilia, dopo averla imparata dai Fenici, tra il IX e l’VIII sec. a.C. Secondo una leggenda fu la dea Cerere, in Sicilia, ad insegnare al pastore Aristeo la coltivazione dell’olivo e la spremitura dell’olio. Elemento importante della dieta mediterranea, oggi considerato indispensabile alimento nell’ambito di una dieta corretta. La dieta mediterranea, utilizza l’olio d’oliva come condimento base, soprattutto oggi che ne conosciamo tutte le proprietà benefiche per l’organismo.

Qui il disciplinare disc_sicilia-igp dell’olio di oliva Siciliano IGP

Leave a Comment

*