Via Romea Germanica: cammina tenace

Via Romea Germanica: progetti importanti per il 2016

La riscoperta dei Cammini storici è oggi un modo di ripercorrere e rivivere una dimensione storica che ci ricollega alle radici, alla natura e ai territori.

I ritmi del cammino sono i ritmi umani che hanno fatto comunque grande la storia dell’Europa, dove le migrazioni e gli imperi erano fondate sul cammino costante di uomini che hanno segnato la storia, a piedi e a cavallo

Flavio Floietta, il paladino della via Romeo Germanica – insieme ai sostenitori della riscoperta a passo d’uomo dei territori testimoni della storia dell’Europa – ha incontrato martedì 1 marzo a Roma la Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, onorevole Flavia Piccoli Nardelli con l’intento di “presentare” l’associazione promotrice dell’antico Cammino dal Nord Europa a Roma, e fare il punto sulle future iniziative legislative del Governo e del Parlamento.

Le realtà dei Cammini storici nazionali sono oggi numerose e nell’incontro si è sottolineata l’importanza della collaborazione e del coordinamento tra queste realtà, con effetti anche sulle tematiche legate alla segnalazione dei cammini stessi e alla loro manutenzione.

Si è sottolineata l’importanza di una regolamentazione ad hoc che tra l’altro protegga i cammini e i territori coinvolti e defiscalizzi gli investimenti ad essi dedicati, favorendo anche il recupero di beni demaniali coinvolti dai percorsi stessi, con ricadute benefiche sui territori e sull’occupazione giovanile (ottica già confermata e  alla base di direttive volte a favorire il recuperi dei fari e delle case cantoniere)

Per quanto riguarda la sola Emilia Romagna – sede dell’associazione che ha promosso la riscoperta della via Romea Germanica – sono ben 10 gli antichi e storici cammini per pellegrini, tra cui la più nota via Francigena, i quali  attraversano la regione Emilia Romagna da nord a sud -collegandola con tutta l’Europa- per circa 1.800 km complessivi di percorsi.

Le Antiche Vie dei Pellegrini in Emilia Romagna sono anche oggetto di un’apposita cartoguida che fornisce informazioni utili sulle caratteristiche e sui servizi lungo i percorsi, nonché sui siti ufficiali dei vari Cammini, sempre nell’ottica di promuovere la Regione come destinazione per turisti viandanti e di proporre la diversificazione delle destinazioni e la riscoperta delle aree dell’emtroterra della regione stessa.

942852_1247302258617649_6945662185533220534_n
Associazione Via Romeo Germanica al BIT di Milano l’accordo con l’ Unione Nazionale delle Proloco

A Milano, al BIT di febbraio inoltre lo storico accordo tra l’associazione della via Germanica e il Presidente UNPLI Nazionale Claudio Nardocci 

Entrambi presenti al BIT ,la fiera del turismo, di Milano, il Presidente UNPLI Nazionale Claudio Nardocci e il Presidente dell’Associazione Via Romea Germanica Rodolfo Valentini hanno firmato un protocollo d’intesa tra l’Associazione Via Romea Germanica e UNPL. Dal Brennero a Roma anche le Pro Loco diventano cosi partner del progetto.

In cammino verso la Confederazione

Si persegue inoltre un avvicinamento e la collaborazione con l’Associazione vie Francigene con l’obiettivo di unire intenti, sforzi ed esperienze

Anche per il 2016 inoltre sono in programma eventi importanti: tra questi particolarmente significativi la Giornata Nazionale dei Cammini a maggio e il Festival del Cammino a settembre oltre al Pilgrim Across Borders 2016 con obiettivo Roma e il Giubileo

La vera forza del progetto dei Cammini è infatti anche e soprattutto quella di coinvolgere territori contigui in un percorso di ricerca e di valorizzazione allargato e comune.

Leave a Comment

*