Umbria e Agriturismo

Il territorio

L’Umbria è l’unica regione del centro-sud Italia a non aver diretto accesso al mare, con un territorio prevalentemente montuoso attraversato dall’Appennino Umbro-Marchigiano e con un unico grande specchio d’acqua: il Lago Trasimeno.

Lago Trasimeno
Lago Trasimeno

 

L’Umbria ha saputo trasformare, quello che potrebbe esser da alcuni interpretato come un “difetto”, in una sua caratteristica che la rende unica e inimitabile. Il suo territorio, a forte vocazione agricola, ha avuto un incredibile sviluppo negli ultimi anni, incrementando il flusso di turisti provenienti da tutto il mondo, incuriositi dalle amenità dei paesaggi, da eventi unici e imperdibili e dalle specialità enogastronomiche.

Il paesaggio umbro si presta bene per escursioni naturalistiche a piedi, in bici o lungo i fiumi. Dai Parchi Regionali, alle Cascate delle Marmore, dai Sentieri del Parco Fluviale del Nera agli Altipiani di Colfiorito famosi per la coloratissima e bellissima fioritura.
Per tutti quelli che amano la tranquillità dei boschi ma anche per chi non disdegna un po’ di movimento o un po’ di adrenalina tra arrampicate e discese di rafting, percorsi speleologici.

Veduta di un campo di fiori durante la tradizionale fioritura di Colfiorito
Fioritura di Colfiorito

Sono tanti i piccoli borghi storici incastonati tra verdi colline dove tra uliveti, boschi e vigneti, possiamo scoprire le testimonianze storiche partendo dall’epoca romana fino al medioevo.
La “perla” dell’Umbria è però Assisi, dove nacque San Francesco, patrono d’Italia a cui è intitolata la spettacolare Basilica di San Francesco, riconosciuta come Patrimonio Dell’Unesco.

Altre due mete che fanno parte del Patrimonio dell’Unesco sono il Tempietto del Clitunno e la Chiesa di San Salvatore a Spoleto, entrambi testimonianze della dominazione longobarda, dello stile architettonico e dell’aspetto culturale.

Luoghi di spiritualità e itinerari religiosi anche per coloro che vogliono ritrovare sé stessi o semplicemente riscoprire i luoghi di San Francesco, percorrendo il famoso Sentiero Francescano della Pace. Il percorso si snoda lungo circa 50 km e rappresenta il cammino percorso dal Santo nell’inverno tra il 1206 e il 1207 quando fuggì da Assisi abbandonando famiglia e ricchezze per andare a Gubbio.

Facciata della Basilica di San Francesco di Assisi
Basilica di S. Francesco di Assisi

Eventi imperdibili in Umbria

L’Umbria è la “patria della cioccolata”, dove da più di venti anni ad ottobre si celebra a Perugia l’Eurochocolate, manifestazione all’insegna del cioccolato in tutte le sue innumerevoli forme e specialità.
Altri eventi immancabili sono l’Umbria Jazz, il più importante festival musicale jazzistico italiano, nato nel 1973 che si svolge tutti gli anni a luglio a Perugia e il Festival dei Due Mondi, evento internazionale di musica, arte cultura e spettacolo che si svolge da più di cinquanta anni a Spoleto ogni anno.

Eurocholate a Perugia in Umbria
Cioccolato in esposizione all’Eurochocolate

 

Prodotti tipici e Sentieri del Gusto

Dai vini ai formaggi, dalle carni agli insaccati, dai legumi ai cereali, l’Umbria vanta una vasta gamma di prodotti agroalimentari tipici dalle antiche tradizioni. Il maiale è il re della cucina umbra: la porchetta secondo alcuni sarebbe nata proprio in questa regione, insieme a salumi e insaccati tipici dai sapori forti e genuini.

L’olio è una delle ricchezze più importanti, ben il 90% dell’olio umbro è di qualità extravergine e viene distribuito in tantissimi paesi. Le coltivazioni di olio hanno origini antichissime, le modalità di raccolta, lavaggio, molitura e conservazione sono conosciute e tramandate dai tempi dei Romani ed Etruschi.

Il preziosissimo tartufo, “l’oro nero” della regione, è diffusissimo nella cucina locale e apprezzato dai turisti che lo degustano negli agriturismi.

Piatto di fettuccine al tartufo umbro
Fettuccine al tartufo

Circa l’80% dei tartufi a livello nazionale viene lavorato, confezionato e commercializzato in Umbria e precisamente all’interno di un triangolo tra Terni, Spoleto e Norcia. Le due varietà più rinomate di tartufo sono il Tartufo Nero di Norcia e il Tartufo Bianco, mentre i tipi minori di tartufo sono il Tartufo Estivo o Scorzone ed il Bianchetto, che abbondano ma sono meno adatti ad un consumo tal quali; in compenso possono essere utilizzati per buoni prodotti tartufati come l’olio, le paste alimentari, le creme, i paté, i formaggi, i liquori.

Al sapore forte della porchetta, del maiale e dei tartufi possiamo abbinare degli ottimi vini locali! Ci sono ben 13 vini certificati, in particolare abbiamo due rossi importanti e corposi: il Torgiano Rosso Riserva DOCG e il Sagrantino di Montefalco DOCG. Tra i bianchi spiccano il Grechetto e l’Orvieto, apprezzato già ai tempi delle corti dei papi.

Tra i prodotti tipici regionali troviamo ben nove denominazioni di origine protetta, alcuni di questi possono esser prodotti solo in Umbria:
• Prosciutto di Norcia (salume IGP)
• Patata rossa di Colfiorito (ortofrutta IGP)
• Lenticchia di Castelluccio di Norcia (ortofrutta IGP)
• Farro di Monteleone di Spoleto (cerale DOP)
• Umbria (olio d’oliva DOP)

Lenticchie di Castelluccio
Lenticchie di Castelluccio

Appartengono invece ad un territorio più vasto le seguenti:

• Salamini italiani alla cacciatora (salume DOP)
• Agnello del Centro Italia (carne IGP)
• Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale (carne IGP)
• Pecorino Toscano (formaggio DOP)

I prodotti agroalimentari tipici dell’Umbria testimoniano una antica cultura contadina dove coltivazioni e allevamenti di autosufficienza, e cucina “povera”, sono oggi specialità preziose particolarmente gradite dagli ospiti degli agriturismi, soprattutto stranieri che li abbinano a preziosi vini delle Strade del Vino e del Gusto.

Umbria – Strade del vino e del gusto
• Strada dell’Olio Extravergine d’Oliva DOP Umbria
• Strada dei Vini del Cantico
• Strada del Vino Colli del Trasimeno
• Strada dei Vini Etrusco Romana
• Strada del Sagrantino

L’offerta agrituristica

L’Umbria è una delle regioni con il più alto numero di agriturismi, ben 1280 aziende che rappresentano circa il 6,1% del totale delle aziende in Italia. Una bella fetta di offerta turistica rurale in un piccolo territorio di poco meno di 8500 kmq!
L’agriturismo trova condizioni molto favorevoli di sviluppo in questa regione piccolo “Cuore Verde d’Italia”. Le strutture sono molteplici e si possono trovare antiche case coloniche ristrutturate, dimore storiche, castelli restaurati, antichi conventi dove la cucina è semplice, autentica e genuina e spesso si può partecipare a dei corsi di cucina locale.

Agriturismo in Umbria
Agriturismo in Umbria

Ma non ci sono soli corsi di cucina, ci sono tantissime altre attività sportive che sfruttano le bellezze e ricchezze paesaggistiche, ad esempio la bellissima pista ciclabile Assisi – Spoleto – Norcia che con i suoi 102 km collega le città di Assisi a Spoleto, sfiorando paesini incantevoli e borghi come Spello, Trevi e Campello sul Clitunno, luoghi di culto e siti storici.

Alcuni dati sulle strutture agrituristiche in Umbria

Grafico a torta per aziende agrituristiche per servizi offerti
Aziende agrituristiche per servizi offerti
Grafico a torta per aziende agrituristiche per attività ricreative offerte
Aziende agrituristiche per attività ricreative

 

 

 

 

 

 

Dati liberamente estrapolati e rielaborati dal sito Istat – anno 2013
Ti piacerebbe aprire un agriturismo in questa bellissima regione? Consulta la normativa regionale 

Leave a Comment

*