Strudel di Mele

E’ noto il detto di saggezza popolare “una mela al giorno leva il medico di torno” ed è anche confermato dalle recenti ricerche: le mele sono tra i frutti che, con la loro dose di minerali e vitamine, contribuiscono a rafforzare le difese e a prevenire l’insorgere di malanni.

Le mele renette sono mele dal sapore non troppo dolce ma tra le più accreditate dagli scienziati per la prevenzione dei tumori.

Le mele sono anche un utile ingrediente in cucina. Tra i dolci tipici più famosi che si preparano con le mele uno senz’altro dei più famosi e gustosi è lo strudel. Lo strudel in realtà è un dolce molto antico che viene dalle terre d’Oriente e molto diffudo nei paesi nordici dell’Est. E’ dall’Ungheria che giunge in Austria e quindi nel regno delle Tre Venezie. In Italia tradizionalmente viene preparato in Alto Adige, Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Ha ricevuto il riconoscimento P.A.T., che lo identifica come prodotto tradizionale italiano. Ogni luogo ha poi la sua ricetta: con la pasta frolla o con pasta sfoglia e con vari tipi di frutta.
La Val di Non, in Trentino, è famosa per le mele di alta quota ed è una zona dove vi è una particolare tradizione dello strudel, data anche la presenza di coltivazioni di mele DOP.

La ricetta tipica dello strudel di mele

La tipica ricetta di base si prepara unendo farina, zucchero, uova e olio (a piacere anche una goccia di grappa o latte). Per chi vuole la ricetta più semplice le uova possono essere sostituite con acqua tiepida. Si forma una pasta che va lavorata con energia e a lungo e lasciata riposare circa ½ ora. Successivamente si stende la pasta e la si riempie con le mele tagliate a fette, l’uvetta, i pinoli, la cannella in polvere e il pane grattugiato mischiati assieme. Per renderlo più gustoso il pane grattugiato può essere saltato in una noce di burro e si può aggiungere al ripieno un pò di marmellata di albicocche. Infine si arrotola la pasta su se stessa formando un cilindro e si cuoce in forno caldo.

Le varianti

Ve ne sono però molte varianti, vediamone alcune sicuramente più golose ad esempio la ricetta dello strudel di mele e mndorle.

Per l’impasto di pasta frolla in cui avvolgere le mele possiamo scegliere una ricetta che prevede poco zucchero e privilegia la frutta. Per una fontana di 250 grammi di farina setacciata utilizzeremo un uovo intero e un tuorlo, un cucchiaio di zucchero, 80 gr di burro ammorbidito e la scorza grattugiata di un limone non trattato. Impastiamo e stendiamo l’impasto dopo averlo lasciato riposare in frigorifero per mezz’ora. Nel frattempo tagliamo a dadini tre mele renette di medie dimensioni e spolveriamole di zucchero e volendo un pizzico di pangrattato che aiuterà ad asciugare le mele durante la cottura. Adagiamo la frutta, le mele e le mandarle a scaglie o intere, al centro della sfoglia che avremo steso in uno strato sottile. Ripieghiamo i due lembi della sfoglia e chiudiamoli al centro. A questo punto inforniamo a 180 gradi per 20-25 minuti.

Oltre alle mele e alle mandorle possono essere aggiunte nello strudel altri tipi di frutta. Spesso si aggiunge frutta secca come uvetta, pinoli, noci.

Se desideriamo uno strudel più dolce ma non amiamo ricorrere a troppo zucchero, possiamo addolcire l’impasto di frutta con il prezioso miele.

Possiamo rendere lo strudel ancora più ricco con l’aggiunta di gocce o scaglie di cioccolato fondente.

Se si vogliono sperimentare i frutti esotici e per un abbinamento nuovo possono essere inseriti anche mango, ribes rossi e ananas.

Tra gli talvolta anche ingredienti la noce moscata, giunta in Europa nel 500 dalle isole Molucche e in passato considerata afrodisiaca, è digestiva se consumata in piccole dosi e sopratutto conferisce un aroma inconfondibile alle pietanze.

Anche la cannella è una spezia spesso usata nell’impasto di mele dello strudel.

Lo strudel di pastafrolla delle pasticcerie di Merano: lo strudel caramellato di mele

Una versione squisita, tutt’altro che povera, dello strudel è quella che si può assaggiare nelle pasticcerie di Merano. Si tratta dello strudel caramellato di mele, una ricetta davvero golosa ed irresistibile. Questi gli ingredienti per uno strudel da 10 porzioni circa:

per il ripieno:
600 gr di mele dolci come le Golden Delicius o le Jonagold
30 gr di pangrattato
30 gr di burro più un cucchiaino
90 gr di zucchero
30 gr di uva sultanina
20 gr di pinoli
20 gr di mandorle grattugiate
15 gr di noci sminuzzate
2 cucchiaini di rhum
1 bustina di zucchero vanigliato
mezzo cucchiaino di cannella
una puntina di limone grattugiato

preparazione: si incomincia scaldando il forno a 160-180 gradi e imburrando una teglia oppure foderandola di carta da forno. Mentre il forno arriva a temperatura si prepara la farcitura come segue:
-sbucciare, snocciolare e tagliare a fettine le mele
-saltare il pangrattato con un cucchiaino di burro
-caramellare lo zucchero in una pentola bassa, aggiungere le mele e il burro e lasciarle caramellare per due minuti
-lasciarle raffreddare un attimo e poi mescolarle con il pangrattato, l’uva sultanina, le mandorle, i pinoli, le noci, il rhum, lo zucchero vanigliato, la cannella e il limone grattugiato

-a questo punto stenderemo 500 grammi di pastafrolla* su una spianatoia preparando un quadrato di circa 40 cm per 25 cm, tenendo un paio di striscioline di pasta fa parte per decorare lo strudel.
-non resta che depositare il ripieno sulla pastafrolla e arrotolarla su se stessa chiudendo bene i bordi e decorando la superficie con le striscioline di pasta appositamente accantonate
-spennelliamo la superficie dello strudel con il rosso di un uovo e inforniamo per circa 40 minuti
-prima di servire spolveriamo lo strudel con zucchero a velo

Lo strudel è ottimo consumato caldo e accompagnato con panna o crema tiepida o un bicchiere di vino Moscato dolce.

*Nota: per una pastafrolla ricca adatta anche a tortini e biscotti di Natale questa è la ricetta meranese
Per un chilo di pastafrolla
ingredienti: 250 gr di burro, 250 grammi di zucchero vanigliato o semolato, 1 pizzico di scorza di limone grattugiato, 1 bustina di zucchero vanigliato, 2 cucchiai di latte, mezza bustina di lievito in polvere, 2 uova, 500 gr di farina, un pizzico di sale
preparazione: impastare velocemente il burro, che non deve essere freddo, con lo zucchero, la scorza di limone, lo zucchero vanigliato, fino ad attenere una pasta omogenea. A questo punto aggiungere le uova e il latte poi inglobare la farina e il lievito in polvere. Impastare bene e lasciar riposare per almeno 30 minuti al fresco.

Leave a Comment

*