Prodotti tipici siciliani DOP e IGP

L’elenco dei prodotti tipici siciliani DOP e IGP comprende 13 IGP e 17 DOP per un totale di 30 denominazioni 

Tra i prodotti tipici siciliani ed in particolare le IGP sono famose le Arance Rosse, i Capperi di Pantelleria, il Pomodoro Pachino e il Sale Marino di Trapani; tra le DOP il Pistacchio di Bronte; il Formaggio Ragusano e le varietà di olio 

La Sicilia è terra di sole e mare, dai sapori unici, molti dei quali sono stati riconosciuti unici a livello internazionale e hanno dato luogo alla lista dei prodotti tipici siciliani DOP e IGP, conosciuti e apprezzati in tutto il mondo

Ciascuno dei prodotti che costituisce l’elenco delle DOP e IGP siciliane merita un viaggio a lui dedicato: per la specificità geografica dell’area di produzione e per l’universo che lo circonda, fatto di ricette e tradizioni spesso antiche, e fatto di di aromi, profumi e sapori unici al mondo. Ne indichiamo solo alcuni in un breve elenco non esaustivo.

Tra le IGP prime dell’elenco, anche in ordine alfabetico, sono l’Arancia di Ribeira, coltivata nelle provincie di Agrigento e Palermo  e  l‘Arancia Rossa di Sicilia I.G.P coltivata nelle provincie di Catania, Enna e Siracusa e che riconprende gli agrumi allo stato fresco ottenuto dalle varietà Tarocco, Moro e Sanguinello. Queste arance prendono il nome dal caratteristico colore rosso, conferito loro dalla presenza di antocianine.

Nell’elenco dei prodotti siciliani DOP e IGP segue in ordine alfabetico il Cappero di Pantelleria I.G.P., registrato nella categoria di Ortofrutticoli e cereali (Reg. CE n. 1107 del 12.06.96 Reg. UE n. 880 del 06.10.10 GUCE L 148 del 21.06.96 GUUE L 264 del 07.10.10) è indissolubilmente legato alla provincia di Trapani, infatti questi famosi e profumatissimi capperi crescono e sono lavorati nell’omonima isola di Pantelleria , situata al largo della provincia di Trapani.

Ultimo riconoscimento in ordine di tempo l’olio di Sicilia IGP che riconosce all’olio di Sicilia le qualità già celebrate dalle precedenti DOP Monte Etna, Monti Iblei,  Val di Mazara, Valdimone, Valle del Belice e Valli Trapanesi

Tra gli prodotti famosi la Carota  Novella di Ispica IGP: originaria dell’area di Ispica questa carota è detta anche novella perchè si raccoglie da febbraio fino a giugno. Ricca di carotene e dal vivace colore arancio è ottima per insalate, cotta  a vapore ma anche per la preparazione di dolci. 

prodotti tipici sicilianiLa denominazione Limone di Siracusa IGP è riservata alla “cultivar Femminello” ed in particolare a seconda del periodo di raccolta si distinguono: Primofiore – frutti raccolti dal 1 ottobre al 14 aprile – Bianchetto o Maiolino (o limone di primavera) raccolto dal 15 aprile al 30 giugno – Verdello (o limone estivo) dal 1 luglio al 30 settembre..

Ha conseguito l’indicazione IGP anche il Limone Interdonato Messina IGP Cultivar della costa tonica di Messina seleionata dal colonello garibaldino Giovanni Interdonato. E’ raccolta da settembre ad aprile.

Nell’area geografica protetta dai Monti Sicani e irrigata dal fiume Magazzolo cresce la Pescabivona IGP, pesca dalla polpa bianca e soda con 4 varietà:  Murtiddara o Primizia Bianca (raccolta dal 15 giugno al 15 luglio) Bianca (raccolta dal 16 luglio al 16 agosto) Agostina (dal 16 agosto al 15 settembre) e infine Settembrina (dal 16 settembre al 20 ottobre)

Pesca di Leonforte IGP- Logo

A Enna, in cinque municipalità si raccoglie invece la Pesca di Leonforte IGP dalla maturazione tardiva e celebrata da un’omonimo festival

Tra le IGP siciliane non si può non citare il famosissimo Pomodoro Pachino IGP che si raccoglie nella provincia di Ragusa e di Siracusa e IGP siciliane sono anche l’Uva da tavola di Mazzarone e  l’Uva di Canicattì

La zona dell’Etna, con i suoi terreni vulcanici e le sue particolari caratteristiche pedoclimatiche ha numerosi prodotti tipici particolari, Tra questi la Pera, il Fico d’India e la Ciliegia dell’Etna, ma anche e soprattutto il Pistacchio Verde di Bronte DOP

Pistacchio di Bronte PGI
Pistacchio di Bronte PGI

Il Pistacchio Verde di Bronte DOP cresce solo sulle pendici dell’Etna ed è famoso per la preparazioni di dolci. La sua fama gli ha valso il nome di oro verde dell’Etna

Tra i prodotti tipici siciliani DOP e IGP ricordiamo anche il Salame di Sant’Angelo IGP e il Sale di Trapani IGP prodotto nelle antiche e bellissime saline a sud di Trapani, che da sole meritano un viaggio. Ricche di fascino, soprattutto al tramonto quando il sole le colora di innumerevli riflessi vi si prodice un sale che è anche presidio Slow Food.

saline

Nel comprensorio di Enna e Catania si produce invece la Pagnotta del Dittaino DOP.  

La grande varietà di ambienti bioclimatici e la varietà di genotipi sono alla base della ricchezza della lista dei prodotti siciliani DOP e IGP.

Anche la tradizione casearia siciliana è  custode di prodotti tipici che rientrano nella lista dei prodotti tipici siciliani DOP e IGP e troviamo in particolare quattro DOP:

Il Pecorino Siciliano DOP  diffuso in gran parte del territorio siciliano ed in particolare Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani.

Il Piacentinu Ennese DOP della provincia di Enna-

Il Ragusano DOP, un formaggio di mucca a pasta dura che è uno dei più antichi e saporiti formaggio siciliani, a volte anche chiamato caciocavallo ma da non confondersi con il caciocavalllo della Sila, prodotto nella montagne della Basilicata, Molise, Puglia, Calabria e Campania

A concludere la lista dei prodotti siciliani DOP e IGP troviamo, anche in elenco alfabetico la Vastedda della Valle del Belice, formaggio leggermente agidulo ma non piccante, a fermentazione naturale. fatto con il latte di pecora crudo