Fiere e mostre-mercato del Tartufo

Il re della tavola italiana, il tartufo, preferisce avere stabile dimora in Italia più che in ogni altro luogo. Il nostro territorio ne è uno dei maggiori produttori ed esportatori mondiali. La stagione autunnale è lo scenario più adatto a fiere dedicate per celebrare questa prelibatezza.

Diamo un’occhiata alle numerose iniziative dedicate al tartufo distribuite lungo tutto lo stivale:

NORD:
• “Fiera internazionale tartufo bianco d’Alba” (località: Alba-provincia di Cuneo; periodo: 10 Ottobre-15 novembre 2015):
Da prendere nota di quest’evento sono sicuramente: il “Mercato del tartufo” cioè il luogo fisico in cui si può conoscere davvero il Fiera del tartufotartufo tramite la sua degustazione e la possibilità di acquisto diretto a prezzi ridotti. L’ “Alba truffle show”, giunto quest’anno alla sua seconda edizione consente di fare esperienze del gusto uniche, assistere a presentazioni di libri tematici, incontrare chef internazionali ed assaggiare i loro piatti. Nella manifestazione è presente anche la componente folkloristica con il celebre “Palio degli asini”.

 

• “ Fiera del tartufo di Moncalvo” (località: Moncalvo-provincia di Asti; periodo:18 e 25 Ottobre 2015):
giunta quest’anno alla sua 61esima edizione; durante le due giornate sono previsti: mercatini dei tartufi, stand con prodotti tipici e dell’artigianato locale, degustazioni enogastronomiche e l’assegnazioni di due premi agli espositori intervenuti, giudicati da una giuria di esperti.

Fiera del Tartufo di Montecalvo
Moncalvo durante la Fiera del Tartufo

CENTRO:
nelle regioni centrali data la ricca disponibilità e reperibilità del tartufo, è presente il maggior numero delle fiere dedicate al prodotto:
• “50ª Fiera Nazionale del Tartufo di Acqualagna” (località Acqualagna-provincia di Pesaro-Urbino); periodo: 25-31 ottobre e 1-7-8-14-15 novembre 2015):
Acqualagna è la sede di raccolta dei 2/3 dell’intera produzione nazionale del prezioso tubero e sono circa 600 i quintali di tartufo disponibili e reperibili nelle giornate della fiera. Questa infatti, si estende per 5.000 mq di spazi espositivi, 80 sono gli stand presenti con altrettanti espositori collocati all’interno del famoso “Palatartufo”.

L’affluenza dei visitatori è molto alta, raggiungendo in alcune edizioni anche i 200.000 ingressi. Durante la fiera i turisti oltre ad avere l’opportunità di scoprire le innumerevoli produzioni legate al tartufo e i prodotti delle altre regioni italiane, possono visitare l’area dedicata all’artigianato locale del mobile e della celebre lavorazione artistica della pietra. Quindi non solo tartufo!

Per attirare sempre più il pubblico, da qualche anno sono state introdotte delle interessanti novità nella fiera come il “Salotto da gustare” dove è possibile partecipare a degustazioni guidate e assistere ai coooking show di celebri chef, sfide in cucina tra vip e presentazioni di libri.

Accanto al salotto è presente il Palazzo del Gusto, qui è invece possibile effettuare corsi di degustazione di cibo e vino ottenendo importanti certificazioni e assistere anche a presentazioni di prodotti. Insomma il palazzo offre la possibilità di compiere un vero e proprio “viaggio del cibo” passando in rassegna anche molteplici prodotti tipici marchigiani: Olio DOP di Cartoceto, Prosciutto di Carpegna, Casciotta d’Urbino, salumi del Nino e naturalmente tartufo nero e bianco pregiato di Acqualagna.

Per tutte le giornate di fiera saranno presentate direttamente dai produttori di vino e di birra le loro migliori etichette, descritte nelle loro peculiarità e caratteristiche grazie anche alla presenza di sommelier e gastronomi.

Vie del centro di Sant'Angelo in Vado
Vie del centro di Sant’Angelo in Vado

• “49^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’angelo in Vado ” ( località: Sant’Angelo in Vado, in provincia di Pesaro-Urbino; periodo dall’ 11 Ottobre 2015 e per tutti i weekend del mese):
la località vanta il titolo di capitale del tartufo Bianco pregiato, ma oltre alla gastronomia, nella mostra si avrà la possibilità di ammirare gli artigiani artistici all’opera nella produzione di manufatti e visitare le numerose mostre allestite per l’occasione. Ogni weekend sarà scandito da numerosi eventi: mostre fotografiche, mostre micologiche, eventi sportivi come pedalate in città ed infine simulazioni di cerca al Tartufo.

 

• “Fiera Nazionale del Tartufo Bianco pregiato di Pergola” ( località: Pergola, in provincia di Pesaro-Urbino; periodo: domeniche del 4-11 e 18 Ottobre 2015):
giunta quest’anno alla sua XX edizione, l’ingresso alla fiera è libero ma quest’anno pagando un biglietto di 20 euro si aveva la possibilità di visitare il gruppo bronzeo ricoperto d’oro all’interno della pinacoteca cittadina e degustare, al ristorante “Marche da Mangiare” un primo e secondo piatto naturalmente a base di tartufo. In aggiunta a ciò era possibile partecipare a corsi di preparazione di tagliatelle fatte a mano che stanno alla base della tradizione culinaria locale. I 3 weekend sono stati scanditi anche da eventi di altro tipo come: il raduno camper con visita alla città e al museo dei bronzi, un raduno di motociclisti ma anche sport ( torneo di tennis “Città del tartufo”e un’escursione cicloturistica in mountain bike).

A Mondaino dal 15 al 22 Novembre  Fossa Tartufo & Venere,  in onore del tartufo bianco pregiato – Tuber Magnatum Pico – delle colline riminesi, che insieme al tartufo nero costituisce il vanto del territorio mondainese. Qui insieme al tartufo si celebra il formaggio di fossa. Anche questo si estae dal sottosuolo. A Mondaino vi sono infatti antiche fosse adibite alla conservazione e alla stagionatura dei prodotti agricoli.

• “Tartufesta” ( Emilia Romagna; periodo:3 ottobre 15 Novembre):
Tartufo Biancoprevede due mesi di iniziative collocate in 13 diversi comuni dell’Appennino Bolognese: numerosissime attività aventi da protagonista il “Tartufo bianco pregiato dei colli bolognesi”. Questi sono i comuni aderenti all’iniziativa: Camugnano (città del tartufo), Castel di Casio (città del tartufo), Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi, Lizzano in Belvedere, Loiano, Monghidoro, Monzuno, Pianoro, San Benedetto Val di Sambro, Sasso Marconi, Valsamoggia (città del tartufo), Vergato.

• “45esima mostra mercato nazionale tartufo bianco di San Miniato” (località San miniato, provincia di Pisa, periodo dal 14 al 29 Novembre 2015 ):
è la sede in cui vengono raccolti il 25% dei tartufi bianchi pregiati in Italia. Nella mostra sono presenti anche prodotti alimentari e artigianali, stand e naturalmente numerosi ristoranti in cui degustare l’“oro bianco” a prezzi ridotti.

SUD: rispetto alle aree del Nord del Centro, il Sud ospita un numero minore di eventi ma questo è quello che segnaliamo:
• “Fiera Nazionale del Tartufo Bianco molisano” (località: Isernia; periodo Dicembre 2015):
non vanta ancora molte edizioni alle spalle ma si propone già ricca di iniziative: oltre agli stand enogastronomici, sono previste degustazioni di piatti a base di tartufo bianco molisano e veri e propri Laboratori del Gusto in collaborazione con Slow Food e con l’Accademia della Cucina e l’Associazione Italiana Sommelier, concerti di musica etnica e popolare, convegni scientifici e tavole rotonde.
Non vi resta che partire alla ricerca delle tracce del tartufo.

Leave a Comment

*