Centrifughe salutari: frutta e verdura allungano la vita

Le centrifughe salutari rispondono alla sfida di coniugare gusto e benessere dato che appare ormai certo che mangiare più frutta e verdura migliora l’aspettativa di vita. Tanto più alla luce dei nuovi studi che esortano ad incrementare ulteriormente il consumo di frutta e verdura

Una nuova ricerca sostiene infatti che mangiare dieci porzioni di frutta e verdura al giorno riduce il rischio di cancro e allunga l’aspettativa di vita. La ricerca è stata condotta dall’Imperial College di Londra sulla base delle analisi raccolte da ben 95 studi condotti in tutto il mondo su un totale di due milioni di persone. Secondo questa ricerca sono 800 i grammi di frutta da mangiare ogni giorno per ridurre il rischio di disturbi cardiovascolari e di cancro.

Si raddoppia dunque il quantitativo finora diffusamente considerato ottimale che era di cinque porzioni da circa 80 gr al giorno di frutta e verdura e aumenta la motivazione per ricorrere alla preparazione di centrifuche salutari

2017-03-03-12_43_55-fruit-and-vegetable-research-could-prevent-millions-of-deathsfnte-foodmanufacture-co-uk Lo studio confermerebbe dunque non solo i benefici del consumo di frutta e verdura ma attesterebbe che questi aumentano in modo consistente se si consumano all’incirca 800 grammi al giorno di frutta. Qui a fianco la tabella pubblicata dal sito www.foodmanufacture.co.uk

Restano da approfondire le analisi su quali siano i tipi di frutta e vegetali che maggiormente hanno efficacia benefica e le relazioni fra le varietà di frutta e vegetali consumate. Anche la modalità con cui frutta e verdura sono coltivate e conservate sono da analizzare ulteriormente.

Tra le varietà di frutta che aiutano a prevenre le malattie cardiovascolari troviamo ai primi posti le pere e le mele, ma anche i limoni e tra le verdure le crucifere e le verdure a foglia verde. Queste ultime sono utili anche nella prevenzione del cancro, insieme tra le altre, a carote e peperoni.

Ecco perchè accanto a granite di frutta, macedonie e insalate si possono consumare centrifughe di frutta e verdura a volontà. La verdura più difficile da usare per centrifughe salutari è forse il cavolo, di cui non è facile indovinare la giusta quantità.

Ecco alcune ricette per squisite e sane centrifughe di frutta e verdura, lasciandosi guidare dall’allegria dei colori che gli ingredienti conferiscono a queste bevande.

Sarà di un bel colore viola la centrifuga che avremo ottenuto mescolando due mele con una decina di more e altrettanti mirtilli.

Chiara, salutare e dissetante la cetrifuga che possiamo ottenere mescolando una mela con un pò di pera e sedano e finocchio.

Con una mela, 6 o 7 fragole, 2 ravanelli e un pezzetto di barbabietola rossa e un pezzetto di peperone si può ottnere un gustoso pieno di salute dal piacevole colore corallo.

Con un’arancia, una pesca, due carote e un pezzetto di peperone avremo una salutare centrifuga di frutta e verdura dal caldo colore arancione.

Con carote, sedano, prezzemolo e spinaci si ottine una bevanda dai benefici effetti sulla pressione arteriosa.

Con una mela, mezza pera, un gambo di sedano, mezzo cetriolo e qualche foglia di menta avremo una gradevole centrifuga di colore verde.

Per preparare centrifuche salutari ci si può comunque lasciar condurre dalla fantasia e dalla disponibilità di stagione: per l’inverno ad esempio si può aggiungere il sedano rapa.
D’estate invece con zucchine e menta si può unire l’ananas.

Per una centrifuga salutare e gustosa si può aggiungere anche un pizzico di zenzero. Pur non essendone diffusa la coltivazione in Italia, a questa radice sono riconosciute molte proprietà benefiche.

Non solo centrifughe ma anche ricette che inseriscono nei piatti le verdure, facendo attenzione a cuocerle solo il minimo indispensabile per non degradarne le proteine .

Una ricetta tipica siciliana a base di verdure, che troviamo con versioni simili anche in altre regioni è la caponata.

Sono ben 110 in Italia le varietà ricomprese nella categoria “ortofrutticoli e cereali” che hanno ottenuto il riconoscimento DOP o IGP.(link all’elenco completo)
Tra queste ricordiamo il radicchio Chioggia, di Verona e rosso di Treviso IGP, trevigiano, con relative ricette ma anche il Basilico genovese DOP di cui abbiamo scritto, che è la base per tante ricette squisite.
Tra la frutta ricordiamo invece le amarene brusche di Modena e le ricette con le ciliegie di Vignola, IGP che si coltivano in Emilia Romagna, ma anche quelle di Marostica , in Veneto e le ciliegie dell’Etna DOP. E ancora abbiamo elencato i pregi della pera dell’Emilia Romagna IGP e descritto le marmellate squisite che si possono ottenere dalle arance del Gargano e di Sicilia.

Ma non solo le tante varietà che hanno ottenuto il riconoscimento DOP o IGP brillano nel panorama della produzione ortofrutticola italiana. Sono infatti numerose anche le nuove varietà introdotte, persino negli areali dove già da secoli si sono consolidate alcune varietà più tradizionali. Spesso la selezione di nuove varietà, a differenza di quanto lamentato ad esempio per i pomodori, ha reso disponibili varietà di grande qualità e dal delizioso sapore.

Per la foto di copertina credits to www.amicomed.com dove si trovano ulteriori indicazioni sui benefici delle centrifughe di frutta e verdura

Leave a Comment

*