I fiori edibili nella cucina italiana

I fiori edibili nella cucina italiana

Carciofi, fiori di zucca, cavolfiori e zafferano sono esempio di fiori eduli o commestibili che fanno parte della tradizione alimentare italiana più antica. Dalle testimonianze che ci sono giunte sappiamo che già in epoca romana i petali dei fiori gialli e rosa erano inseriti in alcune preparazioni prelibate. Abbiamo già scritto della tradizione dell’utilizzo dello zafferano, che accomuna la cucina tipica regionale lungo tutta la penisola, a partire dal famoso risotto alla milanese Non tutte…

Read More

Risotto allo zafferano alla maniera sarda

Risotto allo zafferano alla maniera sarda

Il riso è un cereale antichissimo, consumato già 15.000 anni fa in Asia e 4000 anni avanti Cristo già coltivato nel Vicino Oriente, secondo gli storici fu Alessandro Magno ad introdurre il riso nell’Europa occidentale. Il riso contiene non solo carboidrati ma anche calcio, ferro, magnesio e soprattutto potassio I romani lo usavano per decotti medicamentosi mentre il suo consumo alimentare fu introdotto dagli Arabi con le conquiste del Mediterraneo Occidentale all’incirca nel 1000 dopo…

Read More

Strudel di Mele

Strudel di Mele

Tra i dolci tipici più famosi che si preparano con le mele uno dei più famosi e gustosi è lo strudel. Annoverato tra le PAT è un dolce molto antico: giunge in Austria dall’Ungheria e poi nel regno delle Tre Venezie. In Italia tradizionalmente viene preparato in Alto Adige, Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Read More

La crescia di polenta cotta sul panaro

La crescia di polenta cotta sul panaro

Il Panaro è una piastra di metallo di produzione artigianale dove anticamente veniva cotta una preparazione tipica marchigiana, la crescia di polenta. Il termine “crescia” si usa in realtà nelle Marche per indicare numerosi prodotti e ne è un esempio la crescia di Pasqua, detta anche pizza al formaggio, ma anche semplicemente una focaccia di grano, impastata con acqua, un pizzico di lievito e olio. l’usanza di preparare la crescia di polenta nasce anticamente dall’esigenza…

Read More

Oggi parliamo di Babà

Oggi parliamo di Babà

Il Babà è un dolce in pasta lievitata, tipico napoletano, e diffuso anche in Sicilia. E’ un dolce semplice ma straordinariamete buono, composto da farina bianca, molte uova fresche intere (almeno un uovo ogni 80 gr di farina), lievito di birra (10-12 gr ogni 100 gr di farina), miele di acacia, burro (all’incirca 80-100 gr di burro ogni 100 gr di farina) e sale. Per prepararlo si impasta, con la planetaria o con una frusta,…

Read More

La lavanda in cucina

La lavanda in cucina

Originaria del bacino del Mediterraneo la lavanda è utilizzata per profumare saponi e biancheria e per estrarne l’olio essenziale. Già gli antichi Romani usavano questa pianta profumata per i bagni termali e per le sue proprietà antisettiche. Oggi la lavanda viene sempre più spesso impiegata anche in cucina. Casola Valsenio nel 1975 con la creazione del Giardino delle Erbe si candida a diventare capitale italiana della lavanda, che viene celebrata ufficialmente durante la festa nell’ultima…

Read More
1 2 3 13