“Saporem”: Quattro Moschettieri per un Regno

Consorzio Mortadella Bologna, Consorzio del prosciutto di San Daniele, Consorzio Tutela Grana Padano DOP, Consorzio Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore si affiancano nello spazio Eataly ad EXPO 2015.
I quattro Consorzi hanno deciso di presentarsi uniti e coesi all’appuntamento di EXPO 2015 per poter trasferire al meglio quei valori comuni di eccellenza e di grande attenzione alla qualità che da sempre li contraddistinguono. “Sapòrem”, inteso come unione di sapore e sapere, è l’emblema del legame.

Il Consorzio Tutela Grana Padano DOP, fondato nel 1954, annovera tra i soci 140 caseifici produttori, 155 stagionatori, 182 confezionatori e rappresenta un sistema costituito nel suo complesso da oltre 40 mila operatori che con passione, competenza, impegno, ogni anno permettono a Grana Padano di confermarsi il formaggio DOP più consumato al mondo, con una produzione di oltre 4,5 milioni di forme di cui, nel 2014, quasi 1,6 milioni destinate al mercato internazionale con un incremento del 4,5% sul 2013.

Corradino Marconi, Presidente del Consorzio Mortadella Bologna, fondato nel 2001 e che conta su 29 aziende associate, ha dichiarato: “Ringraziamo Eataly per l’opportunità che ci offre di condividere questo progetto. Insieme, avremo la possibilità di diffondere attraverso Expo la giusta immagine del Made in Italy alimentare nel mondo.”

Il Consorzio del prosciutto di San Daniele, fondato nel 1961, vanta l’adesione di tutti i 31 produttori di prosciutto di San Daniele. Il prosciutto di San Daniele sorge infatti al centro del Friuli Venezia Giulia nel cosiddetto Anfiteatro Morenico, dove si incontrano i venti freddi che scendono dalle Alpi Carniche e la brezza tiepida e salmastra dall’Adriatico, mentre il corso del fiume Tagliamento che lambisce la collina agisce da termoregolatore naturale. Si creano così un microclima ideale e le condizioni ottimali per la stagionatura di un prodotto icona dell’eccellenza gastronomica italiana” .

Il successo del Prosecco inizia invece già nel 1876, anno di fondazione a Conegliano della Prima Scuola Enologica e si sviluppa grazie alla volontà di raccontare un territorio collinare di grande vocazione, che si estende tra le cittadine di Conegliano e Valdobbiadene, oggi candidato a patrimonio UNESCO. Icona del Made in Italy, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore è la sintesi di una viticoltura fatta a mano e dalla cultura spumantistica della zona. Qui, il territorio ed il suo vino sono un’unità inscindibile: prodotto in una piccolissima zona, questo spumante Docg è diventato un fenomeno mondiale di gradimento e successo, scelto a rappresentare l’Italia all’Expo 2015. Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, fondato nel 1962, raggruppa 183 case spumantistiche.

Leave a Comment

*