Rammarico per l’assegnazione di Ema ad Amsterdam

Delusione e amarezza per l’assegnazione di Ema ad Amsterdam, che vince al ballottaggio. Nel dettaglio si apprende che Milano aveva passato il primo turno nella votazione segreta, in pole position con 25 punti per l’assegnazione dell’Agenzia europea del farmaco (Ema), che traslocherà da Londra, per la Brexit. Al secondo turno erano passate anche Amsterdam e Copenhagen, con 20 punti ciascuna.
La votazione prevede fino ad un massimo di tre round. Milano era passata anche al secondo turno delle votazioni con 12 punti ed era in finalissima contro Amsterdam, che aveva ottenuto 9 punti. Copenaghen aveva ottenuto 5 punti. C’è stata l’astensione della Slovacchia, dopo l’eliminazione di Bratislava al primo turno.
Nonostante sembrasse favorita, però, al terzo round di votazioni il capoluogo lombardo ha ottenuto la stesso numero di voti di Amsterdam. Questo ha decretato la scelta definitiva per sorteggio, che è avvenuto con l’estrazione fra due palline contenenti i nomi delle due città.
La sorte ha favorito Amsterdam. Si registra il rammarico e anche le polemiche di politici e cittadini per l’esito sfavorevole per l’Italia.

Leave a Comment

*