App Sommelier: se il sommelier si nasconde nello smartphone

Con l’espodere delle app anche il sommelier è diventato digitale e si scarica sullo smartphone grazie ad un app

Tra i prodotti tipici italiani ai primi posti troviamo il vino. Il panorama del vino italiano è particolarmente ricco e 220px-Sommelier_F.I.S.A.R.variegato, tanto che introdurlo e comunicarlo è un mestiere.

E’ di questi giorni la polemica verso l’unione Europea, che considera penalizzante per gli altri paesi dell’unione la legislazione italiana. L’Italia, invece, chiede garanzie sulle tutele dei vini che prendono la denominazione dal vitigno e, al momento, le ottiene. Il commissario europeo all’agricoltura Phil Hogan la settimana scorsa ha rassicurato il ministro Martina appositamente recatosi a Bruxelles, circa le intenzioni dell’esecutivo UE sulla paventata liberalizzazione nell’uso dei nomi dei vini, tesa a consentire che la produzione prenda la denominazione dal vitigno e non dal luogo di produzione,.

Dal 10 al 13 aprile 2016 si terrà come sempre a Verona il Vinitaly, la più famosa kermesse italiana dedicata ogni anno al mondo del vino. Si è invece appena concluso, il 2 e 3 Dicembre, sempre a Veronafiere, l’evento wine2wine, forum che a dicembre di ogni anno accoglierà le cantine e gli operatori del vino nel principale momento formativo, informativo e di networking in Italia dedicato al business del vino anziché al prodotto.

Già da tempo Verona fiere ed il Vinitaly hanno deciso di metter a frutto le loro grandi conscenze e la loro esperienza nel mondo del vino italiano lanciando un’App col nome di ” Vino-Vinitaly wine club” che guida alla scoperta e app vineall’acquisto di etichette di qualità e mantiene aggiornati sulle novità enologiche.

Vinitaly Wine Club, presentata in occasione di Expo Milano 2015 come strumento sinergico al Padiglione VINO – A taste of Italy, è stata lanciata come guida “tascabile” per oltre 1,5 milioni di visitatori che hanno varcato la soglia del Padiglione del vino all’Expo, degustando oltre 1.000 etichette italiane presenti nella Biblioteca del Vino.

La piattaforma digitale Vino ha potuto contare così su un posizionamento d’eccellenza per presentarsi come portale di wine experience unica nel suo genere, volta non solo all’acquisto di vino in modo facile e veloce, ma anche ad accrescere e diffondere una maggior conoscenza del vino italiano, patrimonio enologico riconosciuto in tutto il mondo

L’applicativo offre la possibilità di conoscere i vitigni, divisi per regione,g li abbinamenti cibo-vino più adatti e le varie zone di produzione. E’ possibile avere notizie di fiere ed eventi nel mondo del vino e conoscere gli attrezzi del downloadmestiere del sommelier, come ad esempio, il tastevin. Offre infatti anche un blog, con articoli che introducono al consumo di vino, come quello in cui si leggono suggerimenti su come abbinare il vino al cibo introducendo con leggerezza temi quali “succulenza, grassezza, untuosità e acidità, e molto altro, facendo riferimento a un piatto”

Ci si perde beatamente in un viaggio tra i vitigni e tra le cantine descritte mentre le proposte si susseguono a portata di click all’interno delle tre sezioni principali.
• ENOTECA: il cuore e-commerce, interamente dedicato alla vendita di vini e selezioni tematiche guidate, con la possibilità di spedizione in Italia e in tutto il mondo. Offerte speciali settimanali e un ampio catalogo dei vini provenienti da tutte le 20 regioni d’Italia, con più di 600 etichette sempre disponibili;
• GUSTA: l’area dedicata alle degustazioni, in cui l’utente può esprimere la propria valutazione del vino appena assaggiato e condividere le sue recensioni con tutta la community presente e futura di Vinitaly Wine Club.
• ESPLORA: l’area formativa e informativa dell’App, che supporta l’utente nella scelta del vino preferito, proponendo approfondimenti tematici come storie di vitigni e territori, interviste ai produttori, schede dettagliate delle cantine, così come ricette, degustazioni e curiosità sul mondo del vino.

Al di la delle polemiche che il mondo del vino ha riservato alla App già dal suo esordio anni fa Vinitaly e Verona fiere comunicano che la piattaforma, con la sua app è stata insignita del 1° premio Mediastars quale Miglior App italiana.

Il premio Mediastars, la cui consegna verrà fatta a giugno, giunto alla ventesima edizione, è un premio voluto tra l’altro da alcune tra le più importanti agenzie pubblicitarie e di case di produzione e post-produzione audiovisiva e web factoring, che si propone di mettere in luce la professionalità di chi tecnicamente contribuisce con il proprio apporto alla riuscita di una comunicazione pubblicitaria.

Mai come ora la cultura del vino e le cantine italiane sono state a portata di click.

Sono oggi innumerevoli le app dedicate al vino, ne ricordiamo alcune delle più famose:

Vivino-1024x717Tra le note da alcuni anni ricordiamo Vivino, un vero e prorio “scanner per etichette”, aiuta nella scelta del vino giusto. Basta fotografare l’etichetta tramite lo scanner dell’app per ottenere tutte le informazioni: dal prezzo all’annata, fino ad arrivare alle varie recensioni degli esperti. E’ possibile inoltre condividere la scelta sui social network o memorizzare le etichette fotografate, così da creare una propria selezione online. Funziona in modo analogo Delectable Wines

Bibenda App è la guida dei vini, della FIS (Federazione Italiana Sommelier), in versione digitale. Collegata al portale della federazione, è in collegamento diretto con la redazione del settimanale Bibenda7 e con il calendario delle attività, l’App racconta i vini e le etichette d’Italia, oltre a distillerie e ristoranti. Consente la possibilità di annotazioni e memorizzazione delle cantine e l’ abbinamento di cibo e vino.

Una guida online per trovare un vino, cercandolo per cantina, denominazione, prezzo, regione e giudizio.” I Vini d’Italia – Le Guide de L’Espresso” —contiene una sezione dedicata ai vari vitigni regionali, con la storia e le download (1)principali denominazioni regionali, oltre a schede per la conoscenza delle varie tecniche di degustazione, conservazione e abbinamento dei vini. È possibile salvare i vari vini provati, i contatti delle varie cantine nella propria rubrica e scorrere la lista degli outsider e la classifica delle etichette con migliore qualità/prezzo.

Altra app conosciuta è Tannico, con ampio catalogo di etichette e promozioni quotidiane per favorire l’acquisto, che viene consegnato gratis per ordini superiori agli 89 euro.

Dedicata agli abbinamenti cibo – vino troviamo ancora  Mymatch, mentre Plonk è invece un’app che non considera solo gli abbinamenti gastronomici ma parte dai gusti personali, indagati facendo selezionare le tipologie di uva che piacciono di più e gli aromi preferiti così da poter suggerire i vini giusti.

Vinix è il primo social network verticale dedicato al vino, dove si scambiano consigli e informazioni  non solo appassionati amatori ma anche esperti, giornalisti, blogger, sommelier e dove lanciare cordate d’acquisto per vinix-1024x536acquisti di gruppo

Con  MyTailoredWine è persino possibile scegliere il vino partendo dal vitigno prediletto e andare alla scoperta delle tenute dove affittare  una parte del raccolto per seguirne poi l’evoluzione insieme ai produttori ed agli enologi, fino all’imbottigliamento.

Abbiamo già parlato dell’app My Sommelier, l’applicazione promossa dall’Aspi Associazione Sommelier Professionisti Italiani. che aiuta nella scelta del vino attraverso quattro categorie: Abbinamenti – Vini – Cantine – Cerca. La sezione degli abbinamenti consente di scegliere il miglior vino in abbinamento ad una ricetta tra le tremila pre-caricate. Nella categoria dei vini, suddivisa nelle varie regioni d’Italia, troviamo le varie etichette selezionate con le schede descrittive. Nella categoria cantine, la selezione di cantine regionali, con i contatti e l’elenco dei vini della cantina. Con il tasto “cerca”, si può cercare una determinata etichetta, una cantina, un vitigno o anche una ricetta.

Ne esiste anche una versione per gli amanti delle birra dal nome “My Beer Sommelier”.

2016-02-02 02_14_30-Cucina tech, ecco le 10 app per abbinare vino e piattiPiù d’una sono anche le app che si occupano del mondo della birra. Tra queste ricordiamo, dedicata alle birre artigianali  e ai micro birrifici,“Beerbeez” mentre una versione più femminile è “Permeunabirra.it“che contine numerose ricette e informazioni nutrizionali

 

Leave a Comment

*