Le varietà del Parmigiano Reggiano: Pridentity

Forse non tutti conoscono le molteplici identità e le varietà del parmigiano reggiano e il diverso aroma conferitogli dalle diverse stagionature pur nel rispetto dello stesso disciplinare.

L’Emilia Romagna è considerata in tutto il mondo la regione più ricca dal punto di vista agroalimentare anche per la forza e la visibilità internazionale dei suoi prodotti tipici.  Tra questi sicuramente  primeggia il Parmigiano Reggiano.

Re dei formaggi italiani, il formaggio maggiormente oggetto di contraffazione e di richiesta all’estero, il parmigiano reggiano e il suo consorzio di tutela sono protagonisti della prima edizione della manifestazione Parmigiano Reggiano Identity

2016-02-21 21_26_39-Microsoft EdgeLa manifestazione che celebra le varietà del parmigiano e la sua identità si tiene il 22 febbraio presso il grande Labirinto della Masone, di Franco Maria Ricci a Fontanellato (Parma) e si chiama PrIdentity

Patria del parmigiano reggiano e delle sue identità più pregiate Fontanellato ospiterà 25 produttori  rappresentativi dei vari territori della zona di origine e delle differenti declinazioni produttive del Parmigiano Reggiano, delle sue biodiversità, delle diverse razze bovine da cui si ricava il latte con cui viene prodotto.

La manifestazione ha lo scopo di far conoscere le varietà del parmigiano reggiano al pubblico specializzato degli utilizzatori, chef, ristoratori, i titolari di enoteche e negozi specializzati  italiani e  internazionali che parteciperanno all’evento. Si tratta di un’occasione nuova ed originale di incontro tra produttori e utilizzatori ma anche un momento di divulgazione e di approfondimento delle varietà e dell’identità del parmigiano reggiano e delle differenze tra i produttori che corrispondono a diverse indicazioni di utilizzo.

Saranno i produttori stessi che presenteranno e faranno assaggiare i propri formaggi consentendo di apprezzare le  diverse stagionature e le diversità legate alle zone di produzione e alle caratteristiche del latte utilizzato.  Secondo Riccardo Deserti, direttore del Consorzio del Parmigiano Reggiano “La realtà del Parmigiano Reggiano è in continua evoluzione  con una forte presenza di caseifici che a fianco del marchio collettivo Parmigiano Reggiano DOP comunicano sempre più la loro marca aziendale, proponendosi per le specifiche distintività”

Gli ingredienti previsti dal disciplinare sono latte crudo, caglio di vitello, sale, senza alcun additivo, che rendono il parmigiano reggiano un prodotto totalmente naturale. Il disciplinare collettivo insiste anche sul legame con la zona di produzione, sull’alimentazione delle bovine con i foraggi della zona di origine, che contribuiscono al profilo aromatico distintivo che cambia durante la stagionatura.

Nonostante l’unicità del disciplinare, anche per il Parmigiano Reggiano, come per tutti i prodotti tipici italiani ogni caseificio e ogni famiglia di produttori, con la loro storia e le loro particolarità, sono un’espressione a sé che merita di essere conosciuta e apprezzata.

“Inoltre”- continua Riccardo Deserti, direttore del Consorzio- “ per il Parmigiano Reggiano si afferma nel mercato sempre più la domanda di prodotti specifici e distintivi: di montagna e collina, di vacche brune, di vacche rosse, di vacche bianche, prodotto seguendo le procedure dell’agricoltura biologica o con la certificazione kosher. Ecco, con la Parmigiano Reggiano Identity vogliamo offrire la possibilità di conoscere tutte queste diverse declinazioni e queste particolarità al mondo dei professionisti che utilizza il nostro formaggio” per riconoscerlo e distinguerlo e per farlo riconoscere e distinguere

Leave a Comment

*